L'intervista

Un simpatico diavolo!



Ciao Emiliano grazie per essere qui con noi

Ciao Pea, ciao Fausto è un vero piacere

Il poker nei tempi passati veniva vissuto come gioco d'azzardo, le bische clandestine aprivano i battenti quando i comuni mortali erano nella fase rem del sonno e i blitz delle forze dell'ordine turbavano i sonni di famiglie intere. Il tempo passa, il gioco diventa virale prima dai casinò poi in parallelo su internet, l'aams ne regolamenta le dinamiche e la voce azzardo si evolve in sportivo.
Tu oltre a player sei anche marito e padre di una splendida famiglia cosa ne pensano della tua passione sei incentivato oppure temono che prima o poi dilapiderai tutto il patrimonio familiare? 

be, innanzi tutto è vero che il poker è visto dall'esterno come un gioco d'azzardo, se parli con qualcuno che non lo gioca attualmente ti guarda sempre un po' storto, per quanto riguarda la mia famiglia, in primis mia moglie ormai ha capito che io lo gioco in modo sportivo e si fida, sa che non giocherei mai fuori bank roll , ormai sono molti anni.

Stagione 2012/13 entri a far parte della grande famiglia Fipol con le qualificazioni per la Coppa Italia e nelle entry level.
Nelle stagioni successive prendi confidenza e ti iscrivi in tutti i Campionati presenti, da rilevare un ottimo quinto posto nel Campionato Italiano Serie A stagione 2015/16 e a un passo dalla vittoria nel Campionato Poker School di quest'anno dove a una tappa al termine sei secondo ma condannato dalla matematica.
Ormai la stagione è al termine ma sei in gara in alcune competizioni che ti possono permettere una sponsorizzazione ad un evento live come la "Extra Chance", la "semifinale ripescaggio Coppa Italia",gli "ottavi di Champions League" e la possibilità di essere l'alunno modello superando gli esami nella Fipol Poker School.
Ti senti pronto per vincere, per essere primo su tutti e sfrutturare le possibilità in gioco oppure credi la tensione sia troppo forte perchè il sogno diventi realtà?

be, chi gioca a poker gioca sempre per vincere, io farò di tutto per riuscire a raggiungere la nazionale, cercherò di giocare al meglio tutte le competizioni che sono rimaste, mi piacerebbe replicare l'esperienza dell'anno scorso a S.Remo, anche se li sono venuto passando da una via secondaria, un satellite di gd poker che mi ha permesso di raggiungervi.

La tua passione per il poker va al di là del semplice "giocare". Coinvolgimento, passione, amicizia sono gli elementi che ti immergono in questa disciplina, simpatico, disponibile sempre sorridente anche quando il river decide che il tuo vantaggio sia il vantaggio dell'avversario non perdi mai il buon umore.
Amministratore del gruppo facebook "Buttolavasca" con il presidende Michele Favot che noi tutti salutiamo, sabato 22 Aprile si svolgerà a Roma il terzo raduno che vedrà coinvolti player di poker del mondo Fipol e non, oltre alle famiglie in un splendido agriturismo con un numero di prenotazioni superiore a ogni rosea previsione
Pensi che questo successo sia la somma di più fattori legati alla amicizia, umiltà, trasparenza e il poker ne sia il mezzo e se confermi quale consiglio vorresti comunicare a chi ci legge?

Sicuramente il giocare è solo una componente, il piacere di condividere questo bellissimo gioco con amici che hanno la stessa passione lo rende sicuramente ancora di più piacevole, sia tu Pea che tu Fausto sapete benissimo poi cosa sia per me il gruppo Buttolavasca, avete partecipato con noi allo scorso raduno ed è stata una festa, mi fa piacere che ne faranno parte moltissimi fipolini anche quest'anno, è un momento di aggregazione molto piacevole, impari a conoscere le persone con cui condividi quasi tutte le sere un tavolo on line e una chat. Lasciatemi, nell'occasione che questa domanda mi da, di ringraziare oltre a Michele che è il presidente e con me il fondatore di questo gruppo anche tutti gli altri admin e tutti quelli che ci hanno dato una mano per realizzare anche questo terzo raduno, Maria Grazia, Carmine , Alessandro e anche te Pompea, la nostra artista. Per quando riguarda il mio buon umore credo che il merito vada ai miei genitori per il carattere che mi hanno dato, ahahah, comunque qualche volta mi arrabbiao anch'io, è inevitabile. Per quanto riguarda consigli da dare, bè, non credo di essere nella posizione di poterlo fare, solo una cosa vorrei dire, giocate prima di tutto per divertirvi e prendete le sconfitte sportivamente, fanno parte di qualsiasi sport.

Tanti amici ma anche tanti avversari e il poker nelle vesti di campionato vince chi è davanti a tutti. Poker uguale sport quali sono le tue emozioni quando partecipi ad un torneo, come ti prepari prima dell'inizio della stagione Fipol e soprattutto come studi gli avversari perchè diventino exploitabili?

Certo, amici ( alcuni lo sono anche nella vita oltre che al tavolo ) poi però sono avversari, alcuni li conosco fin troppo bene, cerco di sfruttare a mio favore il loro modo di giocare ma ovviamente anche loro fanno lo stesso con me. Devo dire però che purtroppo non ho molto tempo libero con il lavoro e un bambino piccolo da dedicare allo studio del poker, in questo devo ringraziare però Umberto Sorrentino ( mio grande amico ) per la sua diponibilità, la Ubisor poker school ci da sicuramente una mano a migliorare. Prima dell'inizio delle competizioni Fipol, prima di tutto cerco di essere concentrato e convinto mentalmente che potrei anche farcela se do il massimo. Ci si prova sempre 

Siamo arrivati alla fine dell'intervista, ogni campionato avrà il suo vincitore e sarà il "campo da gioco" a nominarlo ma siamo curiosi farti una domanda viste le tue qualità umane e il tuo grande fair play, chi nomineresti come giocatore "sportivo" che si è contraddistinto per lealtà, combattività, tenacia, frequenza in questa stagione Fipol 2016/17?

Oh dio, che brutta domanda questa, nominarne uno solo è fare un torto a tantissimi buoni players. Faccio il nome di chi mi ha battuto nella competizione della poker school, mi sono dovuto arrendere solo a Gianpt, giocatore correttissimo, molto ostico al tavolo , ma si nota anche se non lo conosco personalmente ancora che è anche una persona simpatica e positiva. Non me ne vogliono gli altri, anche perché potrei probabilmente fare una lista lunghissima.

Un grande abbraccio Emiliano oltre alle nostre più sincere congratulazioni per il gruppo riuscitissimo di "Buttolavasca" e buon divertimento al raduno che ricordiamo si svolgerà a Roma sabato 22 e domenica 23 dove tra l'altro anche noi saremo partecipi.

Un grande abbraccio a voi, con la certezza di poterlo fare sabato di persona, e un saluto a chi porta avanti questo splendido progetto di poker sportivo che è la Fipol